Torna Più Libri, Più Liberi: la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria

Torna Più Libri, Più Liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria che quest’anno compie 20 anni e finalmente torna in presenza dopo un anno di stop forzato a causa della pandemia. Un nuovo slancio vitale all’industria culturale e creativa che in questi anni, con la crisi generata dal COVID-19, ma non solo, ha subito ripercussioni pesantissime.

In questa edizione di Più Libri, Più Liberi troveranno voce 484 espositori, che porteranno da tutta Italia le novità in uscita e il proprio catalogo e circa 400 eventi tra dibattiti, incontri con gli autori, presentazioni, lectio magistralis e laboratori creativi. Insomma una vera e propria Fiera con oltre 60mila titoli, di ogni genere e per tutti i gusti.

©Più libri più liberi 2018- foto Musacchio, Ianniello & Pasqualini.

Se anche tu accumuli libri sul comodino, se ami scoprire le novità, sentire l’odore della carta e magari sogni di goderti una giornata tra stand ricchi di libri, incontri con gli autori, presentazioni e workshop, allora come me aspetti da tempo che riaprano le fiere del libro e quest’anno l’incredibile boom di visitatori – ben 150.000! – per il Salone del Libro di Torino che si è da poco concluso, ne è sicuramente la prova.

Adesso, prima di addentrarci nella scoperta di tutto ciò che serve sapere sulla Fiera della piccola e media editoria di Roma, voglio rispondere a due domande pratiche: quando e dove si svolgerà? Le risposte sono facili e da programma:

Più libri, più liberi avrà luogo dal 4 all’8 Dicembre 2021 e come da tradizione, si terrà all’EUR presso la Nuvola di Fuksas. Se siamo pronti, direi di cominciare a scoprire qualcosa di più dietro alla Fiera, ma soprattutto…da dove nasce l’idea?

©Più libri più liberi

La storia di Più libri, più liberi

Facciamo un piccolo excursus su cosa è la Fiera, da dove nasce e cosa è divenuta negli anni. La prima edizione risale al Dicembre del 2002 da un’idea dell’AIE ovvero l’Associazione Italiana Editori. Capire meglio da dove si origina ti permetterà di vivere al meglio questa edizione e di capirne più da vicino il suo significato più profondo.

Lo scopo dichiarato era quello di offrire alle piccole case editrici, o almeno al maggior numero di esse almeno, uno spazio che richiamasse gente, visitatori e potenziali acquirenti per mettere in risalto la produzione libraria che spesso nelle logiche di mercato della filiera di catena non trova posto.

Inseguendo una logica di mercato, in uno spazio ristretto, le librerie sono costrette a prediligere libri conosciuti, case editrici note e solide sul mercato, che possono applicare sconti e vendere all’ampio pubblico generalista.

©Più libri più liberi 2018

A fronte di mancati aiuti, di un sistema che non incentiva e dove i lettori forti sono sempre meno, per rispondere alle leggi della sopravvivenza sul mercato anche le librerie indipendenti, spesso, non riescono a portare avanti una giusta promozione culturale delle piccole case editrici; proprio da questo principio si origina 20 anni fa Più Libri, Più Liberi.

Una vetrina interessante, quella offerta dalla Fiera, soprattutto nella Capitale d’Italia e nel periodo natalizio, che dal 2017 si svolge presso la Nuvola di Fuksas all’EUR. Ogni anno, inoltre, la fiera sceglie un tema: per l’edizione 2021 il tema scelto è “la Libertà“.

©Più libri più liberi 2018

Come partecipare attivamente alla fiera

Voglio darti qualche piccolo consiglio che spero apprezzerai per immergerti al meglio e appieno in questo grande evento culturale:

  • Visita l’angolo dell’editoria per bambini: l’editoria per i più piccoli è piena di novità invitanti, scoprirai un mondo di colori e storie divertenti e didattiche molto interessanti!
  • Esplora gli stand: muoversi tra gli stand, ascoltare gli editori, parlare con loro per scoprire e farsi suggerire le novità più interessanti e trovare le proposte più belle, è un momento unico e non devi fartelo scappare.
©Più libri più liberi 2018
  • Esistono tanti eventi di approfondimento e laboratorio creativi molto interessanti. Se sei curiosə e hai voglia di scoprire qualcosa di nuovo perché non partecipare a uno dei tanti incontri?
  • Scarica gratuitamente l’app ufficiale di Più Libri, Più Liberi! Potrai consultare direttamente sul tuo smartphone il programma e il catalogo della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, aggiungere ai tuoi preferiti gli eventi che non vuoi assolutamente perderti e navigando nell’app troverai tante altre funzionalità che ti saranno sicuramente utili!
  • Leggi con attenzione il programma e scegli gli eventi, sono tantissimi! Non farti attirare solo dai nomi più noti: scopri autori che non avevi mai sentito nominare, solo così potrai scoprire un mondo nuovo e anche – perché no- un imperdibile capolavoro. Lasciati ispirare dai reading, dai dibattiti, e dagli incontri gli operatori professionali del settore dell’editoria e non solo.

Ovviamente questi sono solo alcuni consigli che posso darti per rendere queste giornate di fiera più vive e interessanti che mai… mi raccomando fai attenzione! Un libro tira l’altro, adottane qualcuno ma non lasciarti andare, come faccio io, all’acquisto compulsivo.

L’opportunità di Più libri, più liberi e delle altre fiere culturali

Dopo aver parlato di ciò che puoi fare per vivere appieno l’esperienza di Più Libri, Più Liberi vorrei brevemente soffermarmi sull’importanza di questi grandi eventi culturali nel momento storico che stiamo vivendo. Nel panorama post-covid e di ripresa (più o meno) le fiere hanno, a mio avviso, un’importanza strategica fondamentale: servono a dimostrare non solo una ripresa della vita normale ma un nuovo compattamento del fronte culturale.

Perché, ovviamente, qualcosa che è manca ed è fortemente mancato in questi due anni è un settore coeso, non disperso e frammentato. Solo agendo compatti, in modo strategico, sarà possibile per il settore culturale tornare a conquistare un ruolo di primo piano nella vita culturale delle città e dei cittadini.

©Unsplush

Ovviamente, per far questo bisogna intervenire a livello di settore, in modo strutturale e iniziare da momenti aggregativi e organizzativi come le grandi fiere come, ad esempio:

  • Più libri, più liberi a Roma.
  • Il Salone del libro di Torino.
  • Lucca Comics and Games di Lucca.

Può essere decisivo, per una ripresa concreta delle attività, avere un potente fronte comune fatto di cittadini partecipativi e attori della filiera compatti.

©Più libri più liberi 2018

La partecipazione agli eventi culturali e la loro effettiva messa in atto evita di incorrere in realtà dove è permesso fare più o meno tutto, soprattutto continuare a produrre, lavorare e studiare ma senza che vi siano possibilità, reali, di svago culturale. Proprio per questo la fiera che ogni anno sceglie un tema ha deciso per il 2021 di optare proprio sulla Libertà, la libertà per gli editori di rincontrare i propri lettori, degli scrittori, degli addetti ai lavori e alla cultura che possono finalmente tornare ad avere un rapporto con i cittadini ma anche per i lettori che potranno tornare ad vivere gli eventi finalmente dal vivo, a partecipare a workshop, incontri culturali e scoprire le tante novità dei cataloghi presenti.

Solo attraverso un nuovo ciclo di riappropriamento della propria identità civico-culturale sarà possibile il passaggio a una nuova normalità post-covid. Diventa quindi fondamentale partecipare attivamente e sostenere tutta la filiera indipendente dell’editoria e non solo.

Tutte le info ufficiali sul programma, i biglietti e come arrivare alla Fiera le trovi su www.plpl.it

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!